MANDALA

La meditazione del "cerchio di energia"
È una tecnica di meditazione attiva catartica, molto potente e liberatoria. Fa uso di tecniche di bioenergetica e crea un cerchio di energia che porta a centrarsi in se stessi in modo naturale, perché lavora molto sull'Hara e sul terzo occhio.
Si compone di quattro stadi di 15 minuti ciascuno, scanditi da diversi tipi di musica.

Primo stadio (15 minuti)
Quando parte la musica, corri "da fermo" a occhi aperti, iniziando lentamente e poi aumentando gradatamente la velocità. Solleva le ginocchia il più in alto possibile. Respira profondamente e in modo regolare per muovere, all'interno del corpo, l'energia: scorda la mente e scordati il corpo, continua a correre sul posto senza mai interromperti, come se fossi inseguito da qualcuno.
Secondo stadio (15 minuti)
Cambierà la musica. Ora siedi a occhi chiusi con la bocca aperta e rilassata. Ruota il corpo dolcemente all'altezza del bacino, come una canna di bambù mossa dal vento. Senti il soffio del vento che ti porta da una parte all'altra, avanti e indietro e ti fa ruotare in cerchio. Questo movimento porterà verso il centro dell'ombelico le energie risvegliate nel primo stadio.
Terzo stadio (15 minuti)
Quando termina la musica del secondo stadio, sdraiati sulla schiena, apri gli occhi e falli ruotare in direzione oraria, tenendo ferma la testa. Lascia che compiano nelle orbite una rotazione completa e molto ampia, come se seguissero la lancetta dei secondi di un grande orologio. La rotazione deve essere fatta il più velocemente possibile.
È importante che la bocca rimanga aperta e la mascella rilassata, il respiro deve essere sempre calmo e regolare. Questo movimento porterà le tue energie a centrarsi nel terzo occhio.
Quarto stadio (15 minuti)
Finirà la musica del terzo stadio. A questo punto chiudi gli occhi e rimani assolutamente immobile. 

Corso di Meditazioni attive
Tutti i diritti riservati 2019
Creato con Webnode
Crea il tuo sito web gratis!